ACI - Circ. 23/12/2019 n. 005/0003168/19 - Agevolazioni fiscali disabili. Disabile fiscalmente a carico. Certificazioni mediche ex art. 4 d.l. 5/2012

AUTOMOBILE CLUB D'ITALIA
SERVIZIO GESTIONE PRA

Prot. n. 005/0003168/19

Roma, 23 dicembre 2019

OGGETTO: Agevolazioni fiscali disabili. Disabile fiscalmente a carico. Certificazioni mediche ex art. 4 d.l. 5/2012.

 

Nel mese di ottobre 2019 è stata pubblicata la versione aggiornata della Guida delle agevolazioni fiscali per le persone con disabilità a cura dell'Agenzia delle Entrate.

Nelle more del rilascio della versione aggiornata del Testo Unico delle "Agevolazioni fiscali per i disabili nel settore auto" a cura del Servizio scrivente si forniscono qui di seguito le indicazioni sugli aggiornamenti normativi da adottare ai fini della concessione delle agevolazioni IPT e, per opportuna conoscenza, ai fini di altre agevolazioni fiscali.

Disabili fiscalmente a carico

Oltre a quello già esistente, è stato introdotto un nuovo parametro relativo ai limiti di reddito quando le agevolazioni fiscali sono concesse al familiare della persona con disabilità.

Per essere considerato "fiscalmente a carico" il disabile deve avere un reddito complessivo annuo non superiore a 2.840,51 euro o 4000 euro, dal 1° gennaio 2019, per i figli di età non superiore a 24 anni, al lordo degli oneri deducibili.

Auto ibride e auto elettriche

La normativa nazionale non menziona, quindi non include, e non concede le agevolazioni fiscali agli autoveicoli con alimentazione esclusiva a metano, ibrida ed elettrica. Gli autoveicoli "modificati a metano" sono equiparati a quelli a benzina.

Per l'acquisto di veicoli elettrici spetta la detrazione IRPEF, ma non l'aliquota IVA ridotta, in quanto la relativa normativa subordina quest'ultima agevolazione alla cilindrata del veicolo.

La detrazione IRPEF spetta anche per l'acquisto di veicoli ibridi, modelli composti da due motori, uno termico e uno elettrico, che lavorano o alternati o combinati a seconda delle esigenze di potenza e di velocità. Per l'acquisto di tali veicoli è possibile beneficiare dell'aliquota IVA ridotta a condizione che la cilindrata del motore termico sia fino a 2.000 c.c., se lo stesso è alimentato a benzina, e a 2.800 c.c., se è alimentato a diesel.

Certificazioni mediche ex art. 4 D.L. 5/2012

Le Commissioni mediche integrate (ASL - INPS) rilasciano alla persona disabile il certificato in base art. 4 D.L. 5/2012 in due distinte versioni: una in versione estesa ed una in versione "Omissis" che indica nella parte relativa alle agevolazioni fiscali, gli specifici riferimenti normativi relativi al tipo di disabilità.

Il riconoscimento delle agevolazioni fiscali è subordinato quindi alla espressa indicazione della norma fiscale di riferimento (in versione estesa oppure omissis).

Nel caso in cui i certificati fossero privi di questi riferimenti normativi, è necessario richiedere l'integrazione e/o rettifica del certificato emesso dalla Commissione medica integrata, a meno che dallo stesso certificato non sia possibile evincere inequivocabilmente il diritto alle agevolazioni.

Si precisa che il riferimento all'art. 381 del D.P.R. n. 495 del 1992, che indica che il soggetto è invalido con capacità di deambulazione sensibilmente ridotta, attesta esclusivamente che la persona con disabilità ha diritto al contrassegno auto.

Ciò non implica necessariamente che la persona disabile possieda anche i requisiti richiesti per poter fruire delle agevolazioni fiscali previste per l'acquisto di veicoli, occorrendo infatti il richiamo alle specifiche norme fiscali. Tuttavia, se dallo stesso certificato è comunque possibile evincere altri elementi che attestino i requisiti richiesti dalla normativa nazionale e/o dalla singola Amministrazione Provinciale nulla osta alla concessione del beneficio.

Inoltre, a fronte di casi "dubbi" si invitano gli Operatori PRA a richiedere "sempre", ed acquisire, ulteriore documentazione a supporto della pratica, al fine di evitare ulteriori disagi alla persona con disabilità.

Resta salva, ovviamente, per casi "particolarmente" dubbi l'opportunità di chiedere ulteriore conferma, con relativo parere positivo, alla propria Provincia di riferimento.

La presente Avvertenza verrà pubblicata nel Sito tematico STA "Informativa e lettere circolari", accessibile da parte di tutti gli STA tramite connessione al Dominio ACI.

Cordiali saluti.

SERVIZIO GESTIONE PRA

Tags: disabili

Stampa