Regione Basilicata - Delibera 12/03/2020 n. 182 - COVID-19 - Servizi di TPL - Autorizzazione alle Amministrazioni Provinciali conversione delle percorrenze scolastiche non svolte in percorrenze operaie

Regione Basilicata - Delibera 12/03/2020 n. 182 - Disposizioni urgenti per contenere la diffusione del COVID-19 - Servizi di TPL - Autorizzazione alle Amministrazioni Provinciali conversione delle percorrenze scolastiche non svolte in percorrenze operaie.

Pubblicata nel B.U. Basilicata 16 marzo 2020, n. 19.

VISTI

- il D.Lgs. n. 165 del 30 marzo 2001 e ss.mm.ii;

- la legge regionale 2 marzo 1996 n. 12 e ss.mm.ii. in materia di organizzazione amministrativa regionale;

- la Legge 7 agosto 1990, n. 241 e ss.mm.ii;

- la Delib.G.R. n. 11/1998, concernente l'individuazione degli atti di competenza della Giunta;

- la Delib.G.R. n. 227 del 19 febbraio 2014 relativa alla denominazione e configurazione dei Dipartimenti Regionali;

- le DD.GG.RR. n. 693/2014, 694/2014, 695/2014, 696/2014; le Delibere di Giunta Regionale:

▪ n. 689 del 22 maggio 2015, recante l'impianto organizzativo delle Aree Istituzionali Presidenza della Giunta e Giunta Regionale, con indicazione dei dipartimenti di ciascuna Area e degli Uffici in cui si articolano i singoli Dipartimenti, con le limitate modifiche apportate dalle DD.G.R. n. 771/15, n. 1142/15 e n. 75/2016;

▪ n. 691 del 26 maggio 2015, avente ad oggetto "DGR n. 689/2015 di ridefinizione dell'assetto organizzativo dei Dipartimenti delle Aree Istituzionali "Presidenza della Giunta" e "Giunta Regionale", Affidamenti Incarichi dirigenziali;

▪ n, 771 del 9 giugno 2015 di rettifica delle Delibere di Giunta Regionale n. 689/2015 e n. 691/2015;

▪ n. 624 del 7 giugno 2016 di rideterminazione del numero complessivo e della denominazione dei Dipartimenti regionali afferenti alle Aree Istituzionali della Presidenza della Giunta e della Giunta Regionale;

▪ la Delib.G.R. n. 1340 del 11 dicembre 2017 avente ad oggetto: "Modifica della Delib.G.R. 539 del 23 aprile 2008. Disciplina dell'iter procedurale delle determinazioni e disposizioni dirigenziali della Giunta Regionale";

- la L.R. 13 marzo 2019, n. 2, avente ad oggetto "Legge di Stabilità regionale 2019";

- la L.R., 13 marzo 2019, n. 3, avente ad oggetto "Bilancio di Previsione finanziario per il triennio 2019- 2021,";

- la Delib.G.R. 15 marzo 2019, n. 169, avente ad oggetto: "Ripartizione in capitoli dei titoli, delle tipologie e delle categorie delle entrate e delle missioni, dei programmi, dei titoli e dei macroaggregati delle spese del bilancio di previsione finanziario per il triennio 2019-2021.";

- la Delib.G.R. 29 maggio 2019, n. 306, avente ad oggetto: "Riaccertamento del residui attivi e passivi al 31 dicembre 2018 art. 3 comma 4 - D.Lgs. 118/2011 e conseguente variazione del bilancio pluriennale 2019/2021";

- la Delib.G.R. 29 maggio 2019, n. 307, avente ad oggetto: "Terza variazione al bilancio di previsione 20192021, ai sensi dell'art. 51 dei D.Lgs. n. 118/2011 e ss.mm.ii.'';

- la Delib.G.R. 29 maggio 2019, n. 308, avente ad oggetto: "Disegno di legge circa "Approvazione del rendiconto generale per l'esercizio finanziarlo 2018 della Regione Basilicata";

- Legge 28 gennaio 2020, n. 3, "Autorizzazione all'esercizio provvisorio del bilancio della Regione Basilicata e degli Organismi e degli Enti strumentali della Regione Basilicata per l'esercizio finanziario 2020";

VISTI ALTRESÌ

- il D.Lgs. 19 novembre 1997, n. 422, recante "Conferimento olle regioni ed agli enti locali di funzioni e compiti in materia di trasporto pubblico locale, a norma dell'articolo 4, comma 4, della legge 15 marzo 1997, n. 59" e s.m.i.;

- il D.Lgs. 112 del 31 marzo 1998 "Conferimento di funzioni e compiti amministrativi dello Stato alle regioni ed agli Enti Locali in attuazione del capo I della legge 15 marzo 1997, n. 59", che ha compiuto il processo di trasferimento dallo Stato alle Regioni dei poteri in materia di trasporti e viabilità di rilevanza non nazionale previsto dagli articoli 117 e 118 della Costituzione, con l'attribuzione alle Regioni di tutte le competenze necessarie per pianificare i trasporti e per programmare gli interventi a servizio del proprio territorio;

- la L.R. n. 22 del 27 luglio 1998 e s.m.i., la quale ha recepito la riforma del trasporto pubblico regionale e locale ai sensi del D.Lgs. 19 novembre 1997, n. 422;

- l'art. 1 della L.R. n. 7 del 30 aprile 2014, Collegato alla Legge di Bilancio 2014-2016, e ss.mm.ii.;

- il D.P.C.M. 4 marzo 2020 recante: Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materici di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull'intero territorio nazionale;

- Il D.P.C.M. 9 marzo 2020 recante: Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19;

TENUTO CONTO

- che con il D.P.C.M. del 4 marzo 2020, art. 1, comma 1, lettera d, sono stati sospesi i servizi educativi per l'infanzia di cui all'articolo 2 dei decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 65, e le didattiche nelle scuole di ogni ordine e grado, nonché la frequenza delle attività scolastiche e di formazione superiore, comprese le Università e le Istituzioni di Alta Formazione Artistica Musicale e Coreutica, di corsi professionali, master, corsi per le professioni sanitarie e università per anziani, nonché i corsi professionali e le attività formative svolte da altri enti pubblici, anche territoriali e locali e da soggetti privati, ferma in ogni caso la possibilità di svolgimento di attività formative a distanza ad esclusione del corsi per i medici in formazione specialistica e dei corsi di formazione specifica in medicina generale, nonché delle attività dei tirocinanti delle professioni sanitarie... fino al 15 marzo 2020 su tutto il territorio nazionale;

- che con il D.P.C.M. del 9 marzo 2020 le sospensioni di cui sopra sono efficaci fino al 3 aprile 2020, salvo ulteriori proroghe disposte dalle Autorità competenti;

CONSIDERATO

- che a seguito delle disposizioni di cui sopra dal 5 marzo 2020 non sono effettuati i servizi scolastici (espletati in fascia scolastica) delle linee di TPL su gomma di cui ai Contratti di servizio sottoscritti dalle Amm.nl Provinciali di Potenza e Matera,

ATTESO che le percorrenze delle corse scolastiche di cui ai citati Contratti ammontano complessivamente a circa 800.000,00 km/mese; RAVVISATA l'urgenza di stabilire tutte le misure ritenute necessarie per il contenimento e il contrasto del diffondersi del virus Covid-19;

pertanto la necessità di garantire maggiore protezione agli utenti pendolari dei servizi di TPL di tipo operaio sulle linee che servono l'Area industriale di Melfi e tutti gli altri stabilimenti industriali, che attualmente presentano coefficienti di riempimento alti;

RITENUTO necessario autorizzare e disporre che le Amministrazioni Provinciali di Potenza e Matera, titolari dei contratti di servizio di TPL extraurbano, attuino con ogni urgenza i provvedimenti di competenza per la conversione delle percorrenze chilometriche scolastiche, che non sono espletate a decorrere dal 5 marzo 2020, in percorrenze operaie sulle linee di TPL che già servono l'Area industriale di Melfi nonché gli altri stabilimenti industriali della regione, al fine di consentire l'effettuazione di corse aggiuntive per i servizi che attualmente risultano maggiormente affollati; stabilire che tali servizi saranno effettuati fino alla concorrenza dei chilometri non svolti, per soppressione delle corse scolastiche, e senza oneri aggiuntivi in capo alla pubblica amministrazione;

su proposta dell'Assessore al ramo, ad unanimità di voti

Delibera

1. di stabilire che le premesse sono parte integrante e sostanziale della presente deliberazione;

2. di autorizzare e disporre che le Amministrazioni Provinciali di Potenza e Matera, titolari dei contratti di servizio di TPL extraurbano, attuino con ogni urgenza i provvedimenti di competenza per la conversione delle percorrenze chilometriche scolastiche, che non sono espletate a decorrere dal 5 marzo 2020, in percorrenze operaie sulle linee di TPL che già servono l'Area industriale di Melfi nonché gli altri stabilimenti Industriali della regione, al fine di consentire l'effettuazione di corse aggiuntive per i servizi che attualmente risultano maggiormente affollati;

3. di stabilire che le corse di tipo operaie autorizzate al punto 2. saranno effettuate fino alla concorrenza dei chilometri non svolti, per soppressione delle corse scolastiche, e senza oneri aggiuntivi in capo alla pubblica amministrazione.

 

Tags: coronavirus, regione basilicata

Stampa