Il furto è tentato se la cosa non è uscita definitivamente dalla sfera di vigilanza dell’offeso

Pronunciandosi in tema di furto in supermercato, la Sez. V Penale, con sentenza n. 54311/2017, presta piena adesione al principio di diritto statuito dalle Sezioni Unite (sentenza “Prevete”), riaffermando come non possa parlarsi correttamente di furto consumato quando la cosa mobile non è uscita definitivamente dalla sfera di vigilanza del soggetto passivo. La decisione in commento costituisce altresì esempio di applicazione del nuovo art. 620, co. 1, lett. l), c.p.p., avendo la Suprema Corte ritenuto di poter determinare la pena sulla base delle statuizioni del giudice di merito.

 

Stampa Email

Documenti correlati

  1. News
  2. Approfondimenti
  3. Normativa
  4. Giurisprudenza
  5. Prassi
  6. Quesiti
  7. Articoli