Reati edilizi, illegittimo l'ordine di demolizione in caso di prescrizione

L'ordine di demolizione può essere emesso solo a seguito della pronuncia di una sentenza di condanna per l'esecuzione di opere edilizie realizzate in assenza del permesso di costruire, ovvero in difformità da esso. Ma non solo, l'estinzione del reato impedisce l'applicabilità di detta misura che, avendo natura di sanzione, non può che seguire la sentenza di condanna, neppure essendo sufficiente per la sua pronuncia il mero accertamento della commissione dell'abuso edilizio.

Lo ha chiarito la Suprema Corte di Cassazione con la sentenza 17 luglio 2019, n. 31322 con la quale ha accolto il ricorso presentato avverso la sentenza di primo grado che aveva dichiarato di non doversi procedere nei confronti dell'odierno appellante per essere i reati di abusivismo edilizio contestatigli estinti per intervenuta prescrizione ordinando contestualmente la demolizione delle opere eseguite.

Fonte: www.lavoripubblici.it

 

Tags: ordinanze

Stampa Email

Documenti correlati

  1. News
  2. Approfondimenti
  3. Normativa
  4. Giurisprudenza
  5. Prassi
  6. Quesiti
  7. Articoli