Il veicolo originariamente immatricolato in Italia e successivamente radiato dalla circolazione per definitiva esportazione può circolare con targa provvisoria tedesca

L'accordo italo-tedesco del 22.10.93 (entrato in vigore l'1.1.94), in materia di reciproco riconoscimento delle targhe di prova, parla di "viaggi di prova, collaudo e trasferimento" e l'interpretazione che esso consentirebbe la circolazione in Italia con targa provvisoria tedesca solo ai veicoli provenienti direttamente dalla Germania non trova riscontro nel testo dell'accordo stesso.

Cass. civ. sez. II - Ord. 31/08/2018 n. 21478

 

 

Tags: radiazione veicoli, germania

Stampa Email