Incidente stradale - guida in stato di ebbrezza - prelievo ematico - accertamenti medici al momento del ricovero - valore probatorio - sussiste

In sede di normali protocolli sanitari connessi alla diagnosi e alla cura a carico del conducente di un veicolo ricoverato in seguito ad incidente stradale, il referto medico che ne attesti lo stato di ebbrezza ha valore probatorio per l’applicazione delle sanzioni previste dal DLgs 285/1992 artt. 186 e 186bis, senza che sussista alcun obbligo di avviso della facoltà di farsi assistere da un avvocato, né di ottenere il consenso dell’interessato.

In presenza di elementi sintomatici dell’ebbrezza, che siano di assoluto rilievo, è infondato il ricorso sulla mancata effettuazione di test di conferma del tasso alcolemico. La fattispecie di cui all’art. 186bis c. 1 lett a), combinata con quella prevista all’art 186 c. 2bis e all’art. 186bis comma 4, in mancanza di circostanze specifiche che possano convincere il giudice a concedere un trattamento sanzionatorio più favorevole, La Suprema Corte rigetta il ricorso dell’imputato avverso la Sentenza di Appello.

Vedi Cass. pen. sez. feriale - Sent. 04/09/2017 n. 39881n. 39881

 

Tags: accertamento sanitario ebbrezza

Stampa Email